Materiali

In questa pagina vi racconterò alcune particolarità riguardanti la “tecnica”. Voglio raccontarvi e descrivervi i materiali che uso…Sporcatevi le mani assieme a me!
Parto col parlarvi della carta:

  • Nel mio lavoro e con le modalità “tradizionali” e non digitali di pittura si sa, la carta non è mai troppa. Ecco perché, tendo sempre in un modo o nell’altro a compensare l’utilizzo frequente e massiccio che faccio della carta. Come? In due modi; il primo è riutilizzando all’infinito i fogli di stampa o di bozza che diventano fogli su cui provare e provare all’infinito, fogli su cui appuntare la lista della spesa e fogli su cui schizzare nuove idee. Il secondo modo è piantando alberi! Qualcuno nel giardino e altri tramite siti specializzati.
  • Fatta questa piccola doverosa parentesi ci tengo a precisare che tutti i lavori sono eseguiti su carte di ottima qualità che rispondono in maniera ottimale al medium applicato e che contribuiscono ad ottenere un risultato unico e vivo.
  • Carta Fabriano, Carte Cotone dalla grossa grammatura, Carta Velour per Pastelli, Cartoncini Canson…Sono solo alcune delle infinite possibilità che la cartotecnica ci regala.
  • Potrà capitare di rimanere sorpresi dalla carta usata per i ritratti a marker che risulta essere leggera come comune carta da fotocopia (80gr). In realtà non è comune carta da fotocopia ma carta specifica per il medium utilizzato. Aiuta a mantenere la caratteristica brillantezza dei colori e ad evitare l’assorbimento eccessivo dell’alcool che comporterebbe antiestetiche sbavature.

Pennelli:

  •  Per quanto riguarda i pennelli che utilizzo sono per la quasi totalità sintetici. L’unica eccezione sono alcuni peli di bue e un pelo di martora della Winsor&Newton, preziosissimo regalo che è diventato uno dei miei compagni di lavoro più fedeli. Il materiale che utilizzo è composto da prodotti di qualità che non si logorano in tempistiche eccessivamente brevi, molto fa anche la manutenzione sempre accurata e precisa.

Colori:

  • Acquerelli e Tempere sono delle migliori marche disponibili sul mercato. Le tempere sono in tubetto mentre gli acquerelli sia in tubetto che in pasticche (godet).
  • Le matite di grafite meritano forse un discorso a parte. Esistono si marche migliori di altre (ad esempio alcune sono prodotte con poca cura e rischiano di avere la mina sempre rotta) ma, ad esempio, con le matite di grafite il sentire personale varia da soggetto a soggetto. Non posso quindi dirvi che quelle che utilizzo siano le migliori anche se, per me, lo sono ma posso dirvi che ne utilizzo di svariate e di diverse durezze.
  • Per quanto riguarda le matite colorate non ne uso solo una tipologia ma svariate a seconda del processo e del livello di dettaglio che voglio applicare e ottenere. Al momento le mie preferite sono le Derwent Drawing e le Caran d’Ache Luminance. Entrambe sono garantite alla resistenza ai raggi UV, questo significa una durata pressocchè infinita del vostro quadro.

Utilizzo anche altri materiali carboncini che alle volte implemento anche con la grafite, sanguigne, pastelli o, perché no, vi propongo anche chine, pennini e tratteggio senza dimenticare il desiderio di approfondire anche l’olio. Se siete quindi interessati a qualcosa di più particolare rispetto alle tecniche che propongo come standard non esitate a chiedere, chissà mai che riusciremo a fare qualcosa di ancora più speciale che vi renda felici.

2 pensieri su “Materiali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...